Pin Carta di Credito: Quando si Usa

Pin Carta di Credito

Il Pin della carta di credito è richiesto per il pagamento con POS nei negozi fisici e per i prelievi all’ATM o Bancomat. Si tratta, quindi, del codice segreto della carta di credito che deve essere custodito con attenzione.

Nel corso del tempo il pin ha sostituito la firma sullo scontrino che era prevista con le vecchie carte di credito. Si tratta di un passaggio importante dal momento che garantisce una sicurezza maggiore nell’utilizzo. Oggi, quindi, quando si utilizza la carta di credito firma o Pin non sono richiesti entrambi ma solo il secondo.

In aggiunta a questo, inoltre, la presenza del chip elettronico contribuisce alla sicurezza massima delle moderne carte. I titolari sono così al riparo dai tentativi di clonazione e furto di dati (anche se ancora esistono, purtroppo, casi di carte clonate, è inutile negarlo).

Indice dei Contenuti
Quando si usa il Pin della carta di credito
Esistono carte di credito senza Pin?
Quante cifre ha il Pin della carta di credito
Alcuni consigli pratici per evitare problemi

Pin Carta di credito

pulsante sulle crte

Quando si usa il Pin della carta di credito

Una carta di credito con PIN (ormai la totalità di quelle attualmente presenti sul mercato) si usa in due casi specifici.

Il primo è quello più frequente: per pagare con carta di credito serve il PIN. Questo vale per le transazioni di beni e servizi fatte con POS nei negozi fisici. Come vedremo tra poco solo per alcune transazioni non è richiesto di inserire il codice della carta di credito.

Il secondo caso è che per prelevare con carta di credito serve il PIN. Qua non sono ammesse deroghe o eccezioni e questo vale sia in Italia che all’estero quando si preleva da ATM / Bancomat e Sportelli automatici.

Esistono carte di credito senza Pin?

Come abbiamo visto il codice della carta di credito è necessario per pagamenti e prelievi. Ci sono, però, due situazioni in cui non è richiesto l’inserimento per completare la transazione.

La prima è il pagamento con tecnologia contacless. è previsto per cifre inferiori ai 25 Euro e si completa semplicemente appoggiando la carta ai POS abilitati, senza inserire il codice.

Il secondo caso è per i pagamenti online dove si richiede il codice di sicurezza CVC / CVV indicato sul retro o fronte della carta.

Quante cifre ha il Pin della carta di credito

Una domanda che spesso ci si pone è quanti numeri ha il Pin della carta di credito. La risposta è solitamente 5 cifre, anche se alcune ne presentano 4. Non è possibile avere un numero inferiore, per ragioni di sicurezza.

pulsante sulle crte

Alcuni consigli pratici per evitare problemi

Per evitare problemi ricordiamo alcuni consigli pratici da tenere sempre a mente. Possono sembrare banali ma spesso proprio sulle cose più semplici si tende a prestare minore attenzione.

  • Non tenere il codice segreto della carta di credito nel portafoglio. è l’errore più grande, ma in tanti lo commettono;
  • Portare con sè la carta solo quando davvero necessario. Se ci si appresta ad andare a correre sotto casa di certo non è essenziale avere la carta…;
  • Evitare di condividere informazioni relative alla carta, in particolare online o al telefono. La doppia autenticazione con la tecnologia OTP, che prevede l’invio di un codice via sms per completare la transazione, protegge ma è sempre bene tenere i dati riservati;
  • Non scrivere il codice sulla rubrica del cellulare. Errore grave e commesso da tante persone.

A quanto sopra si aggiunge che le moderne carte consentono, tramite app o portale web, di modificare in autonomia il codice. In tale caso è ottimo cambiarlo spesso (magari una volta al mese) per evitare anche il minimo rischio.

 

carta-del-mese

Leave a Reply