Come Bloccare una Carta Postepay persa o clonata [Procedura completa]

Come Bloccare una Carta Postepay

Se hai il sospetto che la tua carta Postepay sia stata clonata oppure sei certo di averla persa, allora devi affrettarti a bloccarla.

Agisci tempestivamente e, quantomeno, limiterai i danni.

Continua a leggere e ti spiegherò passo passo come muoverti per evitare di perdere tutti i soldi che ci avevi caricato.

>> VEDI LA CARTA PREPAGATA DEL MESE <<

Procedura step-by-step per bloccare la carta prepagata Postepay in caso di furto o clonazione

Vediamo ora come muoverci. Stai tranquillo, è molto semplice

Primo passo: chiamare il numero verde per bloccare la postepay

Ci sono due numeri da tenere presenti in questo caso, entrambi sempre attivi, ma solo il primo gratuito:

  • numero per bloccare la carta Postepay dall’italia: 800.003.322
  • numero per bloccare la carta Postepay dall’estero: +39.02.82.44.33.33

>> VEDI LA CARTA PREPAGATA DEL MESE <<

Secondo passo: come bloccare la Postepay

Per prima cosa, segui i comandi della voce guida. Verrai in seguito messo in contatto con il primo operatore disponibile al quale dovrai comunicare:

  • i 16 numeri identificativi della tua Postepay
  • il codice di blocco che ti è stato dato all’attivazione (se questa è avvenuta prima del 02/05/2018)

saldo-della-postepay

Terzo passo: disconoscimento delle operazioni

Una volta completato questo step, il blocco sarà già attivo, ma ora conviene tutelarsi dalle possibili azioni già messe in atto.

Quindi, se hai accesso alla sezione online del sito di poste italiane, faresti bene ad andare a vedere le transazioni effettuate e stamparti il resoconto in caso ce ne siano di non autorizzate.

Questo passaggio è importante perché, in caso ti siano stati sottratti soldi, devi poterlo documentare alle autorità competenti.

Recati perciò a un comando di polizia o dei carabinieri per sporgere denuncia, portando con te una copia dei tuoi documenti, il numero della tua postepay e il codice di blocco che ti ha dato l’operatore.

>> VEDI LA CARTA PREPAGATA DEL MESE <<

Con una copia della denuncia, recati in un ufficio postale e chiedi un modulo di disconoscimento delle operazioni.

Eventualmente, lo potrai trovare anche sul sito di Poste italiane e inviarlo tramite raccomandata entro 60 giorni assieme alla denuncia.

Poste italiane procederà con le sue verifiche e, qualora queste diano riscontro positivo, ti verrà riaccreditato l’importo sottratto.

Come bloccare un pagamento non autorizzato

Sappi che i pagamenti e le transazioni effettuate con la Postepay hanno efficacia immediata.

Non sarà quindi mai possibile bloccare un pagamento già avvenuto, se non negli specifici casi di truffa o acquisto online non andato a buon fine.

Se dovessi rientrare in uno dei casi descritti sopra, puoi inviare tramite raccomandata a/r a Poste italiane il modulo di contestazione addebito (lo trovi sul loro sito) insieme ad un estratto conto dove risultino i movimenti sospetti.

Di seguito ti elenco i recapiti:

  • via posta tradizionale: PostePay S.p.A. – Patrimonio destinato IMEL – Gestione Reclami – Viale Europa, 190 – 00144 Roma
  • via fax: al numero 06-98680330
  • via PEC: all’indirizzo reclami.postepay@pec.posteitaliane.it

In alternativa, puoi effettuare tutta l’operazione recandoti in un ufficio postale.

A seguito delle necessarie verifiche, Poste italiane procederà, se dal caso, all’opportuno rimborso delle somme illegittimamente sottratte.

SCOPRI LE CARTE PREPAGATE ALTERNATIVE

Se cerchi anche tu una carta prepagata comoda e semplice da utilizzare sia in Italia che all’Estero, dai un’occhiata alle migliori dotate di codice IBAN che abbiamo recensito in questo sito.

Queste, infatti, sono le più sicure e veloci da usare in tutto il mondo – la Postepay è una delle più consigliate e apprezzate in assoluto, e vi invitiamo a considerare anche HYPE, della quale potrete avere più informazioni cliccando qui sotto:

pulsante sulle crte

Leave a Reply