Cvv Postepay: Come Calcolarlo e Dove si Trova il codice?

Cvv Postepay

Lo Short code, anche noto come Codice di sicurezza, è un numero composto da 3 cifre riportato sul retro di una carta prepagata.

Può corrispondere agli ultimi 3 numeri di un seriale, ma solitamente è indicato dalle sigle CVV (Card Verification Value), CVV2 oppure CVC2 (Card Validation Code).

In questo articolo ti spiegheremo dove si trova e come si usa il Codice di Sicurezza della Postepay.

Tale codice è una sorta di password che ti viene richiesta per poter utilizzare la tua carta di credito o prepagata, soprattutto negli acquisti on line e in quelli telefonici.

Ovviamente non si può ritenere una password vera e propria, ma è necessario per garantire la sicurezza durante le transazioni on line e fisiche, in particolare per evitare lo skimming, ovvero il furto dei dati relativi alla carta durante un’operazione di pagamento presso Bancomat e distributori automatici presenti in negozi, stazioni, ristoranti ecc.

pulsante sulle crte

Non bisogna confondere il codice CVV con il PIN (Personal Identification Number), che ti serve per prelevare denaro in contanti presso sportelli autorizzati o per eseguire pagamenti diretti in numerosi luoghi fisici come gli esercizi commerciali.

Il codice di sicurezza CVV ti serve esclusivamente per i tuoi acquisti online.

saldo-della-postepay

Non devi comunicarlo a nessuno (come il PIN, del resto) se non agli operatori che te ne fanno richiesta per completare la transazione richiesta o nei campi da compilare nelle pagine dello shop on line in cui stai concludendo un acquisto.

Il CVV è presente anche nelle carte prepagate Postepay per tutelare i tuoi acquisti on line.

Codice di sicurezza Postepay: dove si trova e come usarlo

Anche per quanto riguarda la Postepay, il codice di sicurezza viene riportato sul retro, alla sua destra.

Ne hai bisogno, per esempio, nel momento in cui devi completare una transazione on line con la richiesta di addebito sulla tua prepagata di Poste Italiane, oppure nel caso in cui intendi associare la tua Postepay a un account PayPal, che ti permette di effettuare acquisti in modo molto più sicuro e veloce.

Durante le tue transazioni on line è molto più probabile che ti venga chiesto di inserire il codice utilizzando l’acronimo CVV o CVV2 oppure CVC2, piuttosto che chiamarlo “Codice di sicurezza”, “Codice di protezione” o “Short code”.

Sono comunque tutte delle diciture che potrebbero essere utilizzate e che corrispondono sempre alla richiesta del numero a 3 cifre presente sul retro della carta, immediatamente accanto allo spazio in cui hai inserito la tua firma per identificare il possessore e utilizzatore della Postepay.

pulsante sulle crte

Quando ti trovi a dover eseguire una transazione online, hai bisogno di avere a portata di mano il numero della tua card prepagata Postepay, la sua data di scadenza e il suo CVV associato, che ti verranno sempre richiesti insieme al tuo nome e cognome, ovvero a quello del proprietario della carta.

 

postepay evolution carta

Cosa devo fare se perdo i codici della mia Postepay?

 

A differenza di un PIN, che deve essere conservato e custodito a parte, il CVV è chiaramente scritto sulla carta, come spiegato in precedenza, per cui non può essere perso.

Quindi, se per un PIN devi contattare un operatore e seguire tutta la procedura descritta da lui per il riconoscimento del proprietario e per il successivo blocco della carta, per un CVV è necessario che sia stata smarrita o rubata la carta, per richiedere il blocco dello stesso.

L’operazione di blocco può essere fatta recandoti immediatamente presso una filiale di Poste Italiane.

Lì, ti guideranno ad eseguire tutte le procedure per denunciare il furto o lo smarrimento, per bloccare la carta e per richiederne una nuova.

Ovviamente, bloccando la carta si procederà all’annullamento della stessa, e quindi non sarà più utilizzabile né per te né per chi eventualmente la ritroverà.

Ciò vuol dire che nessuno, al posto tuo, potrà mai eseguire degli acquisti online.

Per tutte le tue nuove transazioni, utilizzerai a questo punto il codice di sicurezza segnalato sulla tua nuova Postepay.

Quali carte prepagate esistono in Italia, al momento?

È una domanda che ci viene rivolta spesso dai nostri lettori e alla quale rispondiamo sempre che ce ne sono tante e diverse, ma che solo alcune rispondono perfettamente a criteri importanti quali la semplicità di utilizzo, i costi contenuti e la flessibilità d’uso.

Di carte prepagate ne abbiamo provate e recensite molte, ma solo alcune si sono dimostrate veramente valide.

Una di queste è HYPE, una carta prepagata che ci sentiamo di consigliare perché ha un ottimo rapporto costi/qualità e si contraddistingue per essere facile e flessibile nel suo utilizzo.

Hype offre poi tantissimi vantaggi, che puoi approfondire visitando il sito ufficiale a questo link:

pulsante sulle crte

Leave a Reply