Pre-autorizzazione Carta Prepagata: Che cos’è, Come funziona e Sicurezza

Pre-autorizzazione Carta Prepagata

In tanti si chiedono cosa sia la pre-autorizzazione della carta prepagata.

Si tratta di un servizio particolarmente utile, ideato appositamente per chi desidera prenotare un tavolo al ristorante o una camera d’albergo, attraverso una delle grandi agenzie che operano nei relativi settori.

Tra queste vanno citate Booking, TheFork ed Expedia.

I principali vantaggi concessi da questo servizio riguardano la presenza di maggiori garanzie, sia a favore degli imprenditori che dei clienti.

Questi ultimi, infatti, possono avvalersi di un ulteriore strumento di controllo delle spese effettuate.

Come funziona il servizio?

La pre-autorizzazione può essere attivata direttamente sui dispositivi POS oppure tramite la propria banca.

Grazie a questo servizio, le attività commerciali hanno la possibilità di controllare l’effettiva disponibilità di denaro sulla carta del cliente e verificare se la somma presente è sufficiente per saldare l’acquisto.

Se i controlli dovessero ottenere esito positivo, l’esercente autorizzerà il pagamento, il quale verrà detratto solo in un secondo momento.

L’importo totale da erogare è al sicuro, in quanto viene bloccato impedendo ulteriori movimenti in uscita dalla carta in questione.

Nonostante la somma venga bloccata immediatamente, l’operazione viene contabilizzata successivamente.

In buona sostanza, il servizio di pre-autorizzazione consiste in una prenotazione del pagamento, prima ancora che la transazione venga effettuata materialmente.

In questo modo, l’imprenditore ha il vantaggio di poter controllare la disponibilità economica del cliente fin dalla prenotazione.

Un beneficio non da poco, che alleggerisce il venditore di eventuali grattacapi futuri.

Per prenotare l’acquisto è sufficiente comunicare il numero della carta; se l’utente non conclude l’acquisto già concordato, il venditore ha il diritto di addebitare sulla carta del cliente la somma corrispondente.

Per maggiori informazioni è consigliato leggere attentamente le regole relative alla cancellazione previste dal singolo esercente.

In genere, queste norme (almeno nel caso degli alberghi) prevedono un periodo massimo di cancellazione pari a 21 giorni; tuttavia, questo potrebbe variare in base al circuito di pagamento utilizzato.

Per fornire un ulteriore chiarimento circa la presente opzione d’acquisto, posso dire che la pre-autorizzazione funziona pressapoco come una caparra confirmataria.

Esattamente come quest’ultima, fa in modo che l’importo indicato venga scalato successivamente dal prezzo finale; qualora il cliente non dovesse portare a termine l’acquisto e non rispettasse gli accordi presi, il venditore avrà la possibilità di trattenere la cifra della pre-autorizzazione.

Come accennato in precedenza, la pre-autorizzazione e le normative vigenti in materia non devono in alcun modo intimorire il cliente, in quanto si tratta soltanto di una forma di garanzia destinata a chi concede il servizio.

Ricordo, inoltre, che la contabilizzazione avviene soltanto in un secondo momento, ovvero al termine del servizio erogato.

Va anche ribadito che, nel caso il cliente prenoti una camera d’albergo, l’importo verrà trattenuto dall’esercente soltanto qualora la prenotazione non sia stata annullata secondo le modalità previste dal regolamento interno di cancellazione.

I dati relativi al cliente e alla carta vengono salvati automaticamente all’interno di un sistema informatizzato, oppure dal POS dell’esercente.

Nonostante il controllo in questione potrebbe apparire lesivo della privacy del cliente, questo rappresenta soltanto una necessaria forma di garanzia, destinata a proteggere gli interessi di entrambe le parti; da un lato il venditore autorizza una prevendita sicura e destinata a concludersi positivamente, dall’altro il cliente ha la possibilità di dilazionare il pagamento e scegliere una data che si confà meglio alle proprie esigenze.

Le strutture turistiche hanno la possibilità di chiedere maggiori garanzie rispetto a quanto indicato finora.

Buona parte dei servizi resi dagli alberghi, infatti, impegna somme di denaro cospicue e non sempre nella disponibilità del cliente.

Pertanto, qualora la cifra disponibile dovesse risultare notevolmente inferiore alla somma da saldare, l’albergatore potrà rifiutare la pre-autorizzazione oppure richiedere ulteriori forme di garanzia.

Ad esempio, un cliente non può effettuare una prenotazione pari a 900 euro se dispone di soli 50 euro.

Rischi e soluzioni

Chi desidera effettuare una prenotazione avvalendosi di questo metodo, deve prima controllare il credito residuo presente sulla propria carta prepagata.

Come detto in precedenza, infatti, qualora il denaro non fosse sufficiente, il gestore potrebbe rifiutare la prenotazione.

L’altro fattore da tenere bene a mente riguarda il corretto inserimento delle informazioni necessarie.

Chi effettua una prenotazione deve digitare i dati della propria carta, compresi il numero, il < e la data di scadenza della stessa; se i dati inseriti dal cliente si rivelassero sbagliati, allora sarà impossibilitato a completare l’operazione desiderata.

Parecchie banche, per evitare le frodi, forniscono un comodo servizio di alert, ovvero un SMS di avvertimento inviato sul telefono del cliente.

Il messaggio in questione segnala tutte le richieste di pre-autorizzazione effettuate tramite la carta prepagata.

In tal modo, chi non dovesse riconoscere come proprie le operazioni indicate all’interno dell’SMS, potrà contattare immediatamente la banca e l’esercente presso cui è stata effettuata la prenotazione, onde richiedere la risoluzione del problema.

L’uso di questi sistemi di sicurezza, insieme alla conoscenza delle norme di cancellazione di cui abbiamo parlato poc’anzi, possono evitare inconvenienti spiacevoli.

Per essere ancora più sicuro, ogni utente è invitato a controllare spesso il saldo e le operazioni effettuate tramite la propria carta prepagata.

Connettersi frequentemente al sito della banca e al proprio account personale è utile per tenere sotto controllo le transazioni effettuate e denunciare immediatamente eventuali tentativi di truffa o operazioni sconosciute.

La pre-autorizzazione tramite carta prepagata è un servizio interessante, che funge da incentivo per l’utente a tenere costantemente sotto controllo le proprie spese e a non eccedere la propria disponibilità finanziaria.

Al contempo, la pre-autorizzazione tutela gli esercenti da eventuali problemi di mancato pagamento.

Leave a Reply