Postepay Lunch: Come Funziona, Cos’è e Come Richiederla

postepay lunch

Poste Italiane rimane sempre al passo con i tempi creando nuovi strumenti finanziari in grado di soddisfare le esigenze dei clienti, come nel caso della carta PostePay Lunch.

La carta è una prepagata che fa parte del gruppo delle PostePay New Gift, ovvero carte che hanno funzionalità specifiche ma che possiedono allo stesso tempo caratteristiche delle classiche PostePay.

E’ possibile richiedere la PostePay Lunch direttamente agli sportelli dell’ufficio postale oppure richiederla al proprio datore di lavoro. Ora ti starai chiedendo come funziona questa carta e quali sono le caratteristiche per cui dovresti usarla, allora vediamolo insieme!

Ti spiegheremo passo passo come attivare la PostePay Lunch e come dovrai utilizzarla sfruttando al meglio tutte le sue funzioni.

FUNZIONALITA’ POSTEPAY LUNCH E COSTI:

La carta PostePay Lunch, nonostante sia pensata per essere utilizzata come ticket nelle mense, ristoranti e come buono pasto elettronico, ha tutte le funzionalità di una PostePay. Nel dettaglio significa che potrà essere utilizzata presso tutti i POS degli uffici postali, ad esempio per pagare bollettini o fare ricariche telefoniche, o presso gli ATM Bancomat per prelevare contanti.

Nel dettaglio il prelievo di denaro presso uno sportello bancomat in Italia prevede una commissione di 1,75 € ad operazione e una spesa di 5 € se il prelievo viene effettuato all’estero. Più economico invece è il prelievo di denaro presso gli ATM Postamat, in questo caso infatti la commissione è pari a 1€.

Con questa carta, tra l’altro, è possibile anche effettuare shopping online, l’importante è che l’e-commerce in cui si vuole effettuare l’acquisto preveda il pagamento con circuito Mastercard. Se non si è amanti degli acquisti online è comunque possibile effettuare gli acquisti in negozio e pagare direttamente con i POS degli esercenti, senza che vengano addebitate commissioni.

ATTIVAZIONE POSTEPAY LUNCH:

 

Come abbiamo già anticipato la caratteristica principale della carta PostePay Lunch è quella di fornirti una carta digitale sulla quale il datore di lavoro può caricare e versare direttamente i buoni pasto. Così facendo si potranno eliminare i buoni cartacei, facili da perdere o dimenticare a casa.

La carta PostePay Lunch può essere considerata una prepagata a tutti gli effetti, è fornita, infatti, di chip, numero di identificazione e nome del proprietario sulla parte anteriore, una carta da tenere sempre con sé nel proprio portafoglio. L’aspetto è quello giallo classico delle PostePay.

L’utilizzo è simile a tutte le altre carte fornite da Poste Italiane, bisogna soltanto eseguire alcuni passaggi per attivarla.

Ma come si attiva la PostePay Lunch? Una volta entrati in possesso della carta ti basterà telefonare al numero verde 800.90.21.22 e seguire le istruzioni della voce guida. Per prima cosa dovrai fornire il tuo nome e cognome, il numero della carta, che potrai trovare sulla parte anteriore, e il codice di attivazione sul retro della carta, un procedimento semplicissimo che ti ruberà solo pochi minuti.

Ma dove posso usare PostePay Lunch? Come già abbiamo anticipato potrai usare la la carta presso la mensa aziendale, e in tutte le attività commerciali convenzionate scelte dal proprio datore di lavoro, ad esempio ristoranti, pub, negozi e supermercati che accettano pagamenti effettuati con buoni elettronici.

Ogni volta che utilizzerai la carta presso un POS dell’esercente ti scaleranno la spesa dai buoni pasto ricevuti dal datore di lavoro, permettendoti quindi di monitorare e seguire ogni spesa effettuata.

VERIFICA SALDO:

E’ buona prassi controllare i movimenti e il saldo sulla propria carta per evitare di avere la spiacevole sorpresa di un pagamento rifiutato, questo può accadere se hai esaurito i ticket mensa caricati dal datore di lavoro, oppure perché hai un saldo inferiore all’importo richiesto dal pagamento.

Per evitare queste situazioni è opportuno registrarsi sul sito di Poste Italiane, se non hai già effettuato la registrazione, e recarsi, nel proprio profilo, nella sezione saldo e lista movimenti, lì troverai tutti i buoni pasto ancora disponibili e il saldo disponibile.

La procedura può essere effettuata anche tramite smartphone sull’apposita app di Poste Italiane, disponibile sia per sistemi Android che per IOS.

COME RICARICARE LA POSTEPAY LUNCH:

 

Il tuo datore di lavoro caricherà i buoni pasto all’inizio di ogni mese, ma non è necessario attendere questa scadenza per utilizzare la tua carta PostePay Lunch, poiché è possibile caricarla ogni qual volta ne avrai bisogno.

Infatti potrai ricaricarla in contanti presso gli sportelli degli uffici Postali oppure caricarla autonomamente presso il Postamat utilizzando un’altra carta PostePay o una carta abilitata al trasferimento digitale di denaro.

Se sei intestatario di un conto corrente BancoPosta, abilitato al servizio telematico, potrai anche trasferire il denaro direttamente dal conto corrente alla tua PostePay Lunch con un costo di 1 €. Infine, per ricaricare la tua carta, potrai utilizzare anche i rivenditori SisalPay autorizzati pagando una commissione di 2 €.

LIMITI DELLA CARTA

La PostePay Lunch ha un limite di plafond pari a 2.500 € e prelievo massimo presso uno sportello di 250 €, non potendo superare nel corso dell’anno il tetto massimo di 1000 € presso gli ATM.

La PostePay Lunch può essere utilizzata in tutta sicurezza in quanto, possedendo la tecnologia contactless, permette di eseguire le transazioni senza l’obbligo di inserimento di un pin, basterà consegnarla all’esercente per effettuare l’acquisto.

COSA FARE IN CASO DI FURTO O SMARRIMENTO

La PostePay Lunch comprende un’assistenza a 360° anche in caso di furto o sostituzione, perché danneggiata o prossima alla scadenza.

Chiedere assistenza è molto semplice, basta chiamare al numero di telefono dedicato l’800.90.21.22, e seguire la procedura per bloccare la carta, a seguito di furto o smarrimento, oppure per richiederne una nuova.

Torna alla Homepage

Leave a Reply