Carte Prepagate con IBAN estere: vantaggi e costi

Carte Prepagate con IBAN Estere

Le carte prepagate con IBAN estere sono un ottimo strumento per gestire i pagamenti di tutti i giorni.

I vantaggi che assicurano sono quelli tipici delle prepagate. Tra questi sicurezza dei pagamenti, controllo delle spese, semplicità di registrazione ed attivazione.

In particolare le funzionalità che offrono corrispondono a quelle delle carte prepagate con IBAN ma assicurano una privacy maggiore.

Con questa guida approfondita alle carte prepagate estere con IBAN proponiamo le migliori tra cui scegliere.

Indice dei Contenuti
IBAN e funzionalità
Come richiedere le carte prepagate estere con IBAN
La carta prepagata con IBAN estera può essere anonima?
Le migliori carte prepagate con IBAN estere
I costi

Carte Prepagate con IBAN Estere

pulsante sulle crte

IBAN e funzionalità

Partiamo dall’IBAN. E’ bene precisare che questo non si differenzia dai tradizionali IBAN italiani. Le caratteristiche, tra cui la lunghezza, sono sempre le stesse.

Quello che cambia è che una carta prepagata con IBAN estera è emessa da un istituto bancario che ha sede fuori dall’Italia. Possono essere in Germania, Svizzera, Austria così come in altri paesi dell’Europa.

Non cambia niente relativamente alle funzionalità. Anche le Carte prepagate estere con IBAN si utilizzano per acquisti online così come negli esercizi fisici. Semplici da utilizzare funzionano solitamente come carte prepagate contactless, velocizzando ancora di più i pagamenti senza la necessità di inserire il PIN per importi sotto 25 Euro.

Come richiedere le carte prepagate estere con IBAN

La procedura per la richiesta è decisamente semplice e si svolge online in pochi minuti. Questo è il caso, ad esempio, della carta N26 o della prepagata Viabuy.

I requisiti per la richiesta sono:

  • Aver compiuto 18 anni, ossia la maggiore età. Le carte prepagate per minorenni seguono modalità di richiesta diverse che coinvolgono i genitori;
  • Fornire documenti personali (carta di identità o passaporto, codice fiscale) e indicare i dati anagrafici;
  • avere la residenza in uno dei paesi in cui sono rilasciate le carte;
  • indicare un numero di telefono nazionale (ossia del paese di residenza) per completare la registrazione.

La procedura di richiesta consiste in un form online dove inserire i dati e si completa in pochi minuti. Si può fare anche da smartphone e tablet senza la necessità di disporre di un PC.

Una volta compilato il form si genera un contratto elettronico che ufficializza la titolarità della carta. Quest’ultima viene spedita a casa (a meno che non si tratti di una carta virtuale), pronta per essere attivata ed utilizzata.

Proprio l’attivazione è una procedura semplicissima: richiede una chiamata o l’utilizzo di una app dell’istituto bancario emittente.

pulsante sulle crte

La carta prepagata con IBAN estera può essere anonima?

La risposta è no, perchè si distinguono nettamente dalle carte prepagate anonime. Infatti, come abbiamo visto poco sopra, richiedono la compilazione di un form che richiede dati personali e documenti.

Quello che dobbiamo sottolineare, però, è che essendo istituti bancari esteri non forniscono accesso diretto a possibili creditori e fisco italiani. Questo, però, non significa in nessun modo che siano anonime.

Le migliori carte prepagate con IBAN estere

Di seguito una selezione, sempre aggiornate, delle migliori. Per la scelta teniamo conto dei possibili costi e dei vantaggi che queste carte offrono al titolare.

I costi

Torniamo sui costi. Anche in questo caso non si differenziano dalle tradizionali prepagate. Quelli cui prestare attenzione sono i seguenti:

  • Costi di emissione, nei quali considerare anche il costo di spedizione della carta fisica a casa;
  • Costi di ricarica, tra i quali da considerare anche le modalità. Essendo con IBAN il costo è solitamente limitato al bonifico;
  • Costi per le transazioni, ridotti a zero ed a carico totalmente del venditore;
  • Canoni mensili, eventuali e non sempre richiesti. Solitamente sono dovuti dal titolare al superamento di soglie di ricarica o spesa, oppure per accedere a ulteriori funzionalità dell carta (es. prelievi ATM, ecc);

Per quanto sopra è sempre importante leggere il prospetto informativo prima di concludere il contratto e fare richiesta della carta.

Sui siti ufficiali delle carte sono disponibili tabelle riepilogative dei costi in maniera trasparente per il titolare.

carta-del-mese

 

Leave a Reply