PostePay Junior Carta (Recensione): Come funziona la Carta per Minorenni?

Postepay Junior la Recensione

Una volta era difficile fare pagamenti se avevi meno di 18 anni, ed è stato proprio questo uno dei motivi della nascita della carta PostePay Junior.

Questa carta può essere utilizzata dai ragazzi in età scolastica al fine di fare pagamenti o prelievi.

Essendo destinata ai giovani, Postepay ha posto delle limitazioni: rispetto alla versione standard c’è una diminuzione delle soglie di pagamento e dei prelievi concessi giornalmente.

Tale strategia è stata attuata per garantire al genitore il corretto utilizzo da parte del figlio della Postepay Junior.

Per avere una panoramica completa, inoltre, è consigliabile ricorrere all’applicazione specifica di Poste Italiane.

Il flusso di denaro in entrata e in uscita, così come il saldo disponibile in un certo periodo, potranno essere visualizzati anche da casa e in qualunque momento della giornata.

pulsante sulle crte

Con pochi click, quindi, si avrà accesso al resoconto della Postepay junior del minorenne.

Qualora non si disponesse di un computer, si potrebbe utilizzare un cellulare o un tablet per scaricare l’applicazione e tenere sempre la situazione sotto controllo.

carta postepay junior

Postepay Junior: la carta ideale per minorenni

La Postepay junior, secondo le recensioni dei clienti, è molto utile qualora il possessore della carta si trovasse in vacanza o comunque lontano dai propri affetti familiari.

Postepay, inoltre, offre una doppia garanzia.

Infatti, qualora si presentasse la necessità di spostare una determinata somma da un conto all’altro, si può facilmente fare affidamento su PayPal.

Dopo aver depositato la somma prescelta, non resta che girare l’importo desiderato ai circuiti di Postepay junior.

L’unico particolare da tenere a mente, riguarda il limite imposto da Postepay in merito alle transazioni verso conti intestati a minori.

Se paragonato all’importo trasferibile da una normale Postepay, infatti, si potrà notare come il valore diminuisca sensibilmente in presenza di carta junior.

Gli utenti scelgono di avvalersi di Postepay junior in quanto consente di ricaricare il credito del cellulare da qualunque piattaforma.

La somma spesa verrà, ovviamente, sottratta dal conto totale della carta per ragazzi.

pulsante sulle crte

Come Fare Richiesta per una Postepay Junior

Per entrare in possesso di questa carta non sono necessarie lunghe e noiose pratiche: tutto ciò che dovrà essere fatto consiste nella richiesta da parte del giovane presso uno dei 14.000 uffici di Poste Italiane sparsi in tutta Italia.

L’importanza di questo mezzo è messa in risalto nel caso in cui non si disponesse di una banca nelle vicinanze.

Il minore dovrà, perciò, partecipare attivamente alla richiesta di questa carta.

Recandosi presso gli appositi sportelli postali, dovrà esibire documento e codice fiscali validi. Stessa documentazione è richiesta al genitore che accompagna il minore.

Al fine di rendere valida l’attivazione della Postepay junior, è necessaria la compilazione dell’opportuno modulo: esso sarà fornito a titolo gratuito dall’operatore stesso presso la sede delle Poste Italiane.

Durante le fasi iniziali, il titolare dovrà versare un importo pari a 5 euro per poter entrare in possesso della carta.

Successivamente, la medesima somma dovrà essere corrisposta in qualità di ricarica iniziale.

giovane studente

Terminate tutte le pratiche necessarie, l’operatore consegnerà i dati relativi a PIN, PUK, informazioni generali di Postepay junior e codice per poter bloccare la carta in caso di furto.

La presenza del genitore svolge un ruolo fondamentale: egli firmerà una liberatoria, nella quale attesta la volontà di concedere al figlio l’utilizzo della piattaforma di Poste.it.

L’accortezza che deve essere osservata, naturalmente, è relativa alla sicurezza delle credenziali fornite: affinché esse restino segrete, dovranno essere conservate lontano dall’attenzione di soggetti estranei.

Il minore potrà usare la carta non appena questa gli sarà rilasciata.

pulsante sulle crte

Come effettuare la ricarica della Postepay junior

Le opzioni di ricarica prendono in considerazione differenti strutture: la prima, ovviamente, è quella di Poste Italiane.

Recandosi presso la sede, infatti, è possibile depositare l’importo necessario, unitamente ai costi di ricarica.

Qualora non sia possibile recarsi presso la posta, si può optare per un centro SISAL, oppure per una tabaccheria che consenta di effettuare transazioni in convenzione con la banca ITB.

studente con postepay

pulsante sulle crte

La ricarica può essere, quindi, effettuata di persona da parte del genitore, oppure attraverso l’utilizzo dell’applicazione apposita.

Ciò non esclude, tuttavia, la possibilità da parte del minore di poter ricevere del denaro da altre carte Postepay, oppure da conti PayPal.

A differenza di quanto accade per i bonifici della banca, inoltre, le ricariche della Postepay junior non comportano alcun tipo di attesa.

L’immediatezza con la quale le somme di denaro vengono trasmesse al conto, inoltre, rende la Postepay junior uno strumento versatile: è consentito, infatti, effettuare transazioni sul conto sia dal titolare minore, che dal genitore.

Come Verificare il Saldo di Postepay junior

All’interno dell’applicazione è possibile registrarsi: immettendo dati personali, come password e nome utente, si entrerà a far parte del mondo di Postepay junior.

La registrazione è uno strumento che può tornare utile sia per il minore che per il genitore: in seguito all’immissione dei dati, infatti, si verrà indirizzati alla pagina relativa ai movimenti di denaro e al saldo attualmente in possesso dal titolare.

Queste informazioni possono essere visualizzate da dispositivi fissi e mobili, previa istallazione dell’app o attraverso la consultazione della pagina ufficiale di Poste Italiane.

Per ricevere una copia cartacea delle spese mensili, si può consultare la posta più vicina.

Costi da sostenere per l’utilizzo di Postepay junior

Interessando operazioni relative a minori, la Postepay junior richiede ben pochi costi.

In primo luogo, qualora una somma di denaro dovesse essere ritirata dal conto, è previsto l’esborso di una commissione.

Generalmente, la cifra da onorare è pari a 1 euro: tale somma è da intendersi relativamente alle operazioni eseguite presso la posta e gli sportelli ATM del Bancoposta.

Qualora si effettui un prelievo ad un ATM differente da quello della posta, tuttavia, i costi per il prelievo aumenteranno sino a 1,75 euro.

La cifra sale ulteriormente in territorio straniero: con 2,58 euro, infatti, il minore ha la facoltà di ritirare il denaro presente sulla Postepay junior.

Se si usa il POS o l’applicazione, non è necessario onorare alcun tipo di commissione.

Anche Paypal si muove su un circuito simile: usando la Postepay junior per pagare, il minore potrà comprare ciò che vuole online, senza l’incombenza del pagamento di una commissione.

Caso contrario è quello relativo al deposito di denaro su Postepay junior: la Paypal, in questo caso, dovrà pagare l’importo previsto dalla commissione.

Per 5 euro, invece, si potrà tornare in possesso della carta junior persa o rubata.

pulsante sulle crte

Come si presenta la Postepay junior

Lo stile della carta junior è, in tutto e per tutto, simile a quello standard di una normale Postepay.

Le differenze, perciò, non possono essere evidenziate a livello estetico: telematicamente, invece, la junior presenta dei limiti maggiori per quanto riguarda le transazioni e il plafond.

Dal momento dell’attivazione, la carta ha una validità di 6 anni.

saldo-della-postepay

Quando il minore raggiungerà la maggiore età, potrà effettuare una scelta: continuare a usare la carta junior, senza alcuna modifica relativa alle condizioni sottoscritte durante il periodo di minore età, oppure sostituire la junior, gravata da limiti maggiori, con una carta di tipo standard.

Un’altra alternativa prevede l’affiancamento dei due tipi di carta.

In questo modo, la scelta penderà fra l’utilizzo pieno della carta junior, oppure sulla sostituzione della vecchia Postepay con una nuova.

Il vantaggio, quindi, è relativo ai limiti stabiliti da ciascuna carta.

Postepay offre la possibilità, ai soggetti maggiorenni con necessità di ricevere denaro dai bonifici, di optare per una carta definita Evolution.

La peculiarità di questa opzione, consiste nella presenza di un codice IBAN, che viene generato automaticamente e che si lega in maniera praticamente immediata al soggetto richiedente.

Cosa Fare qualora si smarrisca la carta

Può accadere che la carta Postepay junior venga smarrita o, nel peggiore dei casi, rubata da malintenzionati.

In una simile situazione, la scelta più opportuna è quella di bloccare la carta, in modo tale che la somma di denaro presente al momento dello smarrimento non venga trasferita su conti fraudolenti.

Il blocco della Postepay junior deve essere comunicato al call center di Poste Italiane, attraverso il Servizio Clienti.

Attivo tutto il giorno, è del tutto gratuito in Italia, mentre per l’estero comporta dei prezzi aggiuntivi.

Su territorio nazionale, il numero da contattare è 800-902122, mentre per i paesi stranieri è +390492100149.

Quando la Postepay junior viene rilasciata dall’operatore, è sempre accompagnata da dati sensibili come PIN e codice di blocco.

pulsante sulle crte

Quest’ultimo deve essere comunicato per via telefonica, in modo tale che l’operatore contattato possa provvedere al blocco della carta smarrita.

Attraverso l’applicazione, oppure recandosi in posta al più presto possibile, il titolare o il genitore potranno visionare le transazioni effettuate dal momento del furto:

in questo modo, si può scoprire immediatamente se colui che si è impossessato della carta l’ha già impiegata per effettuare acquisti o per sottrarre del denaro, trasferendolo su altri conti.

Sul conto sono presenti due importi differenti: uno rappresenta il saldo contabile, mentre l’altro è relativo alla somma di denaro effettivamente spendibile.

Quando ci si recherà presso le autorità competenti, quindi, si dovrà portare con sé un documento stampato che possa attestare, in maniera incontrovertibile, che in seguito al furto sono state effettuate delle transazioni non autorizzate dal titolare.

Le transazioni devono sempre essere comunicate al momento della denuncia: esse, infatti, potrebbero comportare dei guai a livello penale per il minore intestatario della carta Postepay junior.

Al fine di evitare spiacevoli incidenti relativi ad acquisti illegali, perciò, è bene presentarsi presso il comando con la stampa delle transazioni recenti.

È necessario munirsi di codice di blocco e numero della carta: qualora non si posseggano questi dati, la denuncia non può essere effettuata.

Dopo aver fatto richiesta alle forze dell’ordine, il titolare dovrà recarsi in posta per confermare che la richiesta di blocco è stata presa in consegna.

Anche in questo caso, la carta d’identità e la copia della denuncia sono essenziali per poter trasmettere correttamente le informazioni.

coppia di studenti con carta postepay

pulsante sulle crte
Limiti della carta Postepay junior

Il limite di plafond della Postepay junior è fissato a 1000 euro.

In media, ogni giorno il minore potrà prelevare al massimo 150 euro: il limite è da intendersi per le operazioni eseguite presso la posta.

La restrizione giunge a 100 euro qualora si prelevi mediante ATM delle poste o delle banche.

Per acquisti online e tramite POS, non si può eccedere la spesa giornaliera di 150 euro.

Le operazioni relative alla ricarica prevedono che, a fronte di documentazione valida, il titolare possa versare sino a 1000 euro sul proprio conto.

Tramite SISAL e tabaccheria, invece, la ricarica massima è di 997,99 euro.

 

Segni Particolari della Postepay Junior

 

Se osserviamo l’estetica esterna della carta Postepay Junior noteremo che è pressocchè identica ad una carta Postepay tradizionale.

Infatti, l’unica vera e propria differenza tra la Postepay Junior e la sua controparte per maggiorenni, ovvero la Postepay Standard, sta nel fatto che la Junior è una carta con dei limiti di spesa ben precisi. Inoltre, ha una validità di sei anni e, nel momento in cui il proprietario diventa maggiorenne, la carta sarà comunque valida e potrà tranquillamente essere usata come in precedenza.

Tuttavia, occorre considerare il fatto che la carta avrà sempre i suoi limiti, indifferentemente dall’età del suo proprietario, dato che sono imposti e previsti nel momento in cui viene stipulato il contratto con Poste Italiane. Un’alternativa che si può considerare è comunque quella di recarsi presso un ufficio di Poste Italiane e fare l’upgrade della carta Junior, in modo da passare alla carta Postepay tradizionale e beneficiare di tutti i relativi benefici annessi.

Oppure, potrete anche semplicemente aggiungere una carta Postepay tradizionale insieme alla carta Junior, in moo da poter beneficiare di entrambe le offerte. Questa è un opzione particolarmente allettante per coloro che hanno necessità di ricevere pagamenti oppure semplicemente di inviare bonifici.

E se volete una carta che dispone di un codice IBAN, potrete anche prendere in considerazione la Postepay Evolution.

Vi ricordiamo comunque che non dovrete necessariamente possedere un conto corrente postale o bancario per poter avere accesso ad una carta Postepay, e potrete comunque attingere ad un risparmio interessante rispetto alle tradizionali carte di credito o di debito che, purtroppo, richiedono l’aggancio ad un conto corrente esterno.

Inoltre, con questa carta postale potrete tranquillamente usufruire delle operazioni direttamente dal vostro PC facendo il login all’home banking nel sito ufficiale, oppure utilizzando la app dedicata per smartphone e tablet: questa opzione vi permetterà di gestire i vostri fondi in totale tranquillità e vi aiuterà a monitorare tutte le spese in modo semplice e sicuro.

Questa carta vi permette di fare acquisti online in portali come eBay e anche di fare pagamenti e usufruire di transizioni all’estero – si tratta quindi di un opzione ideale in cui vostro figlio si trovi all’estero o abbia necessità di eseguire operazioni fuori dall’Italia.

Questa carta potrà anche essere connessa con un conto Paypal, in modo da ampliarne le proprie funzionalità e renderla un’opzione eccezionale per pagamenti online veloci e sicuri. I limiti del plafond sono definiti e nel complesso si tratta di un’opzione che ha avuto moltissimi giudizi ed opinioni positive.

 

Quali carte prepagate alternative troviamo in Italia

In Italia vi sono molteplici scelte riguardo alle carte prepagate (ci sono anche diverse versioni di carte prepagate di Poste Italiane), tuttavia i costi, l’intuitività e la flessibilità d’utilizzo non sono particolarmente vantaggiosi.

I clienti si esprimono positivamente riguardo a Postepay junior, e noi abbiamo voluto provare personalmente la semplicità di questa carta.

Qui potrete anche leggere più opinioni su altre carte prepagate disponibili in Italia.

pulsante sulle crte

 

Leave a Reply